Triestebella

 

Sito del club per una Trieste più bella
scopo del sito e del club è di diffondere la cultura di una città ordinata e civile con la valorizzazione  delle sue belezze e particolarità e l'eliminazione delle sue brutture e incongruenze


HOME
 


CHI SIAMO


LINKs

 


segnalate cose brutte e cose belle della nostra città scrivendo a scrivi@triestebella.it
 

1.   VILLA COSULICH STA DIVENTANDO UN PERICOLOSO RUDERE

2 .   LA PIÙ BELL’OPERA DI ARCHITETTURA MODERNA VA IN ROVINA

 

VILLA COSULICH STA DIVENTANDO UN PERICOLOSO RUDERE

 In strada del Friuli al n. 36 il giardino della villa Cosulich è stato adattato a parco pubblico. La villa, invece, sta diventando un rudere (già dei solai sono crollati e il tetto è probabilmente in cattive condizioni, mentre i muri sono ancora in buono stato).

La modesta rete posta per evitare l’accesso alla villa è ormai divelta e chiunque vi può entrare con il pericolo, se vi entra qualche sprovveduto e sale al primo piano, di calpestare un solaio pericolante e cadere di sotto.

La villa Cosulich è un esempio di edilizia di pregio e andrebbe restaurata prima che sia troppo tardi. Potrebbe il Comune fare quest’opera doverosa, magari con il contributo della benemerita fondazione CRT? Certo, bisognerebbe poi trovare cosa metterci: magari una biblioteca di quartiere?

Ma se il Comune non trova i fondi per il restauro e non sa cosa farne, allora c’è un’alternativa: dividere il giardino, mantenendo la parte a sinistra della villa a parco pubblico e vendere la villa con il resto del giardino a un privato che la restauri e la possa far vivere felicemente negli anni a venire. La parte sinistra del giardino, infatti, eè stata attrezzata con giochi ed è la più frequentata. L’accesso al parco pubblico potrebbe rimanere in Strada del Friuli (oltre a quello in Salita alla Madonna di Gretta), arretrando di pochi metri il cancello della parte di giardino che resterebbe alla villa.

   

La bella villa in abbandono.  L’entrata della Villa con una rete divelta e il portone aperto. Si vedono i muri esterni ancora sani.

     

 Il bel salone centrale a doppia altezza, sconciato dai vandali, ma strutturalmente ancora in buono stato.  Un solaio crollato.

 

 LA PIÙ BELL’OPERA DI ARCHITETTURA MODERNA VA IN ROVINA

 L’ex fabbrica Sadoch in viale Ippodromo fu progettata dall’architetto Boico, che riteniamo essere, assieme a Rogers, il più illustre esponente dell’architettura moderna triestina. Nonostante fosse una fabbrica e per di più con un altissimo indice di cubatura, l’edificio è molto bello, probabilmente il più bell’edificio contemporaneo di Trieste (fu costruito attorno agli anni 60 -70).

Un non rimpianto imprenditore, già presidente della Triestina, voleva trasformarlo in edificio residenziale e, prima di fallire, riuscì a sventrarlo in parte. Da qualche anno l’edificio è allo stato di rudere.

Possibile che non si possa recuperarlo? Cosa intende fare il Comune?

La facoltà di Architettura avrebbe bisogno di una sede. Quale sede sarebbe più degna di questa bella opera di architettura moderna?

   

L’ex fabbrica giace sventrata nei piani alti.

 E l'adiacente via Pollaiuolo da vari anni è chiusa per un edificio pericolante

 

 

I

HOME